Il sindacato chiede task force per aprire i cantieri. Edilizia, Filca Cisl: “Crocetta dialoghi anche con chi non è ruffiano”

2701

Blog Sicilia Lavoro 25 gennaio 2014 di Redazione “Il governo Crocetta conferma di voler eludere il confronto con le parti sociali, preferendo dialogare solo con la parte datoriale. L’assessore regionale alle Infrastrutture, Nino Bartolotta ha incontrato ieri i vertici dell’Ance Sicilia, dopo aver disdetto la riunione prevista per il prossimo 29 gennaio con le parti sociali. Su temi così importanti come l’edilizia, il governo regionale abbia il coraggio, oltre che il decoro istituzionale, di confrontarsi con tutti, anche con chi, come noi, non sarà mai ruffiano ma sempre obiettivo”.
Lo dichiara Santino Barbera, segretario generale della Filca Cisl Sicilia che aggiunge: “E’ grave che il governo regionale crei un canale di comunicazione privilegiato solo con la parte datoriale, escludendo i sindacati che, nelle manifestazioni di categoria del 19 aprile e del 31 maggio 2013 hanno portato in piazza migliaia di lavoratori. Questo atteggiamento denota, oltre alla consueta mancanza di bon ton istituzionale, assoluto disinteresse per gli operai edili e cela una drammatica realtà ovvero l’incapacità politica di programmare il rilancio del settore. Se la Giunta Crocetta – conclude Barbera – ha davvero a cuore lo sviluppo della nostra isola, lo dimostri interessandosi all’edilizia, perché rimettendo in moto il settore delle costruzioni, a cascata ripartirebbe tutta l’economia siciliana.
E’ ora di smetterla di parlare al futuro: il governo regionale avvii subito una task force per aprire i cantieri, dato che le risorse ci sono, e per la progettazione delle opere, bloccate da intoppi burocratici”.