domenica 19 aprile, 2015

TOP NEWS


la denuncia del sindacato. Cede pilone autostrada A19 Niente fondi per le riparazioni

“Il governo Crocetta dica chiaramente quanto è stato previsto nel bilancio regionale per gli interventi per il dissesto idrogeologico, per la messa in sicurezza del territorio e per la rete viaria e autostradale siciliana. Non bastano le parole di circostanza e i proclami su quello che si realizzerà, quando come avvenuto ieri cede il pilone di un’autostrada. Occorrono fatti, perché eventi del genere non accadono per caso ma sono frutto dell’assenza di manutenzione, dei mancati investimenti, in sintesi del menefreghismo e del disinteresse istituzionale”. ADVERTISEMENT Lo dice Santino Barber...

continua..

Text/HTML

LINK UTILI

Comunicato Stampa

EDILI, CISL: IN FINANZIARIA RISORSE PER INVESTIMENTI

Barbera (Filca) al governatore: "Il settore delle costruzioni, il 15% del Pil siciliano, è in agonia e 80 mila lavoratori sopravvivono grazie agli ammortizzatori.

Servono risorse e investimenti, non interventi-tampone"

Cisl Sicilia - Foto Notizia

“Il governo regionale batta un colpo e preveda, nella manovra finanziaria per il 2014, risorse per gli investimenti legati al rilancio del settore edile. Il comparto delle costruzioni, che da solo rappresenta il 15% del Pil siciliano, è in agonia, 80 mila lavoratori sopravvivono grazie agli ammortizzatori sociali; siamo a un passo dall’esplosione di una grave emergenza sociale”. Lo dichiara il segretario generale della Filca Cisl Sicilia, Santino Barbera, che aggiunge: “Ad oggi il governo Crocetta si è distinto solo per il taglio di migliaia di posti di lavoro, per l’assenza di una programmazione dei fondi comunitari e di forme di sviluppo e rilancio dell’economia isolana. I deficit strutturali si combattono non soltanto con la riduzione delle spese, ma con investimenti produttivi che innescano il motore della crescita”. “Rispetto al settore edile - continua Barbera - il governo non ha fatto quanto avrebbe potuto e dovuto, col risultato che cresce drammaticamente il numero dei suicidi fra gli edili senza lavoro e aumenta vertiginosamente il numero dei disoccupati. Questa valanga di persone non subirà passivamente un altro anno di inattività, di incertezza per l’immediato futuro; si rischia un dramma sociale dagli effetti e dalla portata ad oggi non calcolabili”. Secondo il segretario generale della Filca Cisl Sicilia è fondamentale l’impegno dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Nino Bartolotta, a imprimere una svolta rispetto a quanto avvenuto l’anno scorso. “Bartolotta – aggiunge Barbera – nella programmazione finanziaria per il 2014, non si faccia scippare tutte le risorse destinate all’edilizia, le difenda a spada tratta contrariamente a quanto fatto l’anno scorso. E’ ora che il governo regionale esca dalla logica degli interventi-tampone per il settore delle costruzioni, degli annunci a effetto. Lo ripetiamo da anni: servono azioni concrete, durature nel tempo”. “L’esecutivo Crocetta - conclude Barbera - dimostri di volersi occupare seriamente del comparto edile, prevedendo nella manovra finanziaria per il 2014 interventi concreti in favore degli investimenti del settore”.